Campionato Europeo 2015

HWARANG BUCCINASCO CAMPIONE D’EUROPA: record di medaglie per gli azzurri del maestro Saccomanno

Sedici anni, studentessa, nel tempo libero campionessa europea di Taekwondo.
Il suo nome è Clara Galli ed ha cantato l’Inno sulla vetta più alta del podio per ben due volte nell’ultimo Campionato Europeo tenutosi a Motherwell (Scozia) in data 22-25 ottobre 2015.
Ha vinto la sua categoria individuale dimostrandosi la migliore tra oltre 40 atlete per poi riconfermarsi oro europeo anche nella disciplina a squadre.  A questo si somma il titolo di vicecampioni europei ottenuto da Clara assieme al suo compagno Luca Pecchia nel combattimento tradizionale, disciplina in cui i due atleti erano diventati Campioni del mondo solo pochi mesi prima. Per la categoria Junior difende l’orgoglio di Buccinasco anche Omar Fatih, che non arriva a medaglia ma si dimostra comunque un degno avversario ed un valido atleta.  Unico senior del team Hwarang il diciannovenne Andrea Bonfante, che si classifica bronzo europeo in entrambe le specialità individuali confermandosi non solo completo e competitivo ma anche degno sfidante di atleti maturi e con esperienza.
Il maestro Orlando Saccomanno è a dir poco orgoglioso:  i suoi allievi infatti  hanno dato un contributo decisivo al ricco medagliere nella Nazionale Azzurra di cui egli stesso è uno degli allenatori, ed è anche grazie al loro impegno che l’Italia si è posizionata terza nella classifica europea.
“Le emozioni che ci accompagnano in queste trasferte ci ripagano di tutti i sacrifici, non solo in termini di allenamento ma anche economici che il nostro cammino di atleti agonisti richiede. Nonostante questo, crediamo che i risultati eccellenti diventati ormai una costante per la nostra associazione e l’incredibile funzione sociale che essa svolge sul territorio meritino un investimento da parte delle aziende e delle istituzioni. Attraverso il Taekwondo portiamo avanti un sistema di valori che sono per noi anche più importanti delle medaglie. Investire su di noi significa condividerli e portarli avanti per una Buccinasco sempre migliore in cui a tutti venga  permesso di coltivare il grande sogno del podio internazionale.”

8cf3b2ef-e7a1-4a5b-a9c3-690ef605fbd5

83643615-9af0-4498-b902-8e823d18e6d6

b1b7fa95-17aa-4391-b0e0-da8294f99857

cbfe9cd6-ef96-42e3-8432-3f294ecc89cf

def2d679-d263-4229-a015-1317af7ba8a8

ed3da7c5-d91d-4a0c-898c-07a02696d3d8